Come rompere il circolo vizioso dei pensieri negativi


https://ecologiadellecredenze.it/circolo-vizioso/

Il circolo vizioso dei pensieri negativi – sia che siano il risultato di impressioni prenatali o si accumulino nel corso della vita – sono dannosi per la nostra crescita, poiché influiscono sulla nostra comprensione del sé.

La salute mentale è ai minimi storici a causa di sconvolgimenti globali come la pandemia e in un momento come questo è più importante che mai prendersi cura di sé non solo fisicamente, ma anche mentalmente.

I pensieri negativi porteranno a una visione negativa della vita, quindi non fare nulla per sbarazzarsene non migliorerà la situazione. In effetti, potrebbe benissimo peggiorare le cose. Quindi, è essenziale imparare a riconoscere i pensieri negativi e quanto possono essere dannosi, oltre a imparare cosa fare per risolvere il problema.

Le spirali negative possono sembrare impossibili da evitare, soprattutto in questo momento, ma ci sono possibili soluzioni anche per i pensieri e le spirali negative più persistenti. La cosa migliore da fare, ovviamente, è chiedere aiuto a un professionista, ma ci sono anche molti metodi che puoi provare tu stesso per vedere se funzionano per te, a seconda della gravità, della causa e del tipo di pensieri negativi che stai vivendo e rivivendo.

Il circolo vizioso degli schemi negativi: come nasce?

circolo vizioso

Il circolo vizioso degli schemi negativi nasce da una prima interpretazione non ecologica della realtà. Esso si rafforza e si perpetua come un modo di pensare lesivo. Pensi che le persone conducano una vita felice e tu no. Ragioni per confronto, pensi che gli altri siano fortunati e tu no. Questo circolo vizioso nasce dalla tendenza della tua mente a focalizzare dettagli della vita degli altri che sembrano positivi. Poi questi dettagli fortunati vengono utilizzati dalla tua mente per confrontarli con aspetti della tua vita che non vanno. Il circolo vizioso si perpetua come una continua conferma della tua sfortuna e dei tuoi problemi. Alla fine ti senti una vittima e il circolo vizioso diventa la tua realtà quotidiana. La tua stessa vita sembra paralizzata da problemi senza fine. Stai entrando e uscendo da cattive relazioni, ferito/a più e più volte, emotivamente prosciugato/a e fisicamente stanco/a.

Al lavoro, la tua situazione non è diversa. Hai procrastinato le attività all’infinito per settimane, con conseguente scarsa produttività e morale basso. Ogni giorno che passa, lo stress sembra raggiungere livelli allarmanti. E per far fronte a questo, prendi cattive abitudini. Chiaramente, non sei estraneo a schemi ripetitivi e negativi. Ecco come si rafforza il circolo vizioso: con atteggiamenti e comportamenti che lo rafforzano e lo perpetuano.

Circolo vizioso e schemi negativi

Non sei solo. Molti di noi sono bloccati in schemi negativi e circoli viziosi mentali. Non riusciamo ad uscire da questi circoli viziosi perchè sono alimentati da circuiti attivi a livello subconscio. Ci chiediamo “Perché io?” e ​​sguazziamo nella miseria di essere vittime della situazione. Quello che probabilmente non riusciamo a fare è notare la natura ripetitiva di certi schemi. Non riusciamo a riconoscere il circolo vizioso. Allora, qual è la causa principale di questi schemi ripetuti? In che modo hanno un impatto su di noi e come possiamo interrompere questo circolo vizioso negativo per condurre una vita felice e senza stress?

Secondo la ricerca, ci sono almeno 10 schemi comuni di pensiero negativo e questi schemi prendono forma molto presto nella vita. In effetti, le impressioni prenatali svolgono un ruolo significativo nei modelli ripetitivi. Sin dal concepimento nel grembo materno, alcuni schemi di pensiero, emozioni e comportamento si imprimono nella nostra psiche. Questi portano alla manifestazione di circoli viziosi perché è quello che pensiamo o ci siamo programmati a credere. Questi sono blocchi mentali autolesionistici. Tuttavia, i circoli viziosi negativi possono anche diventare parte del copione nei primi sette anni di vita di un individuo.

Vite precedenti e circolo vizioso negativo

circolo viziosoQuando siamo giovani, non capiamo perché questi circoli viziosi si ripetono, per non parlare di pensare a come potrebbero già essere impressi nella nostra mente. Probabilmente respingiamo persino tali circoli viziosi come casuali. La verità è che se un evento della vita si è ripetuto più di due volte, è probabile che non sia solo una coincidenza. È solo quando questa realizzazione ci viene in mente che iniziamo a chiederci perché stiamo attirando simili schemi negativi.

A volte potrebbe esserci di più nei circoli viziosi negativi: in che senso?. La causa potrebbe essere spiegata esotericamente. Si dice che alcuni schemi negativi possono essere trasmessi attraverso molte vite. Neelam Kumar, oratrice motivazionale, è una buddista praticante. Dice: “Credo che i ripetuti cicli di problemi nelle relazioni e nelle finanze siano un accumulo delle cause che abbiamo creato nel corso di diverse vite, di cui stiamo vedendo l’effetto ora”.

In generale, fobie, mal di schiena, dolori articolari, emicrania, insonnia, acidità e problemi digestivi come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) sono sottoprodotti di cicli negativi. Ma associamo mai questi disturbi a schemi nella nostra vita?

I modelli negativi, che siano il risultato di impressioni prenatali o si accumulino nel corso della vita, sono dannosi per la nostra crescita, poiché influiscono sulla nostra comprensione di sé. “Finiamo per avere molti punti ciechi, non sappiamo davvero chi siamo e cosa vogliamo. Sviluppiamo troppe paure, risentimenti e cose da fare, da dover e da avere che limitano le nostre vite”.

Circolo vizioso e relazioni

Questo circolo vizioso non solo ci deruba della nostra felicità, ma si manifesta anche fisicamente, soprattutto sotto forma di stress. In generale, fobie, mal di schiena, dolori articolari, emicrania, insonnia, acidità e problemi digestivi come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) sono sottoprodotti di un circolo vizioso negativo. Ma associamo mai questi disturbi a schemi nella nostra vita? Molti di noi addirittura respingono il fatto che i disturbi psicosomatici siano una cosa reale. Ad esempio, se abbiamo avuto una relazione tossica che ci fa ammalare fisicamente a giorni alterni, è necessario comunicare con il nostro partner e risolvere la causa principale o uscire dalla relazione. Ma se siamo influenzati dai pochi giorni che potrebbero rivelarsi buoni, potremmo ritrovarci bloccati per sempre nel circolo vizioso tossico, sentendo letteralmente i dolori sul corpo, per esempio a livello del collo.

Come interrompiamo un simile circolo vizioso? È necessario uno sforzo enorme per rompere gli schemi ricorrenti, ma possiamo iniziare riconoscendo che il problema esiste dentro di noi e non nelle nostre circostanze esterne. Con questo riconoscimento arriva la consapevolezza e con ciò arriva il cambiamento. Sebbene possa sembrare una quantità erculea di lavoro interiore, ci sono modi per facilitare il processo. La trasformazione interna può essere facilitata attraverso strumenti di riprogrammazione ecologica della tua mente inconscia. Si possono fare esercizi per sfruttare la sincronia emisferica cerebrale e riprogrammare schemi inconsci che alimentano il circolo vizioso fino ad eliminarlo e a far si che venga trasformato in un circolo virtuoso.

Psicoterapia o pratiche esoteriche/Spirituali?

Mentre alcuni potrebbero trovare il loro rimedio nella psicoterapia, altri potrebbero scoprire che percorrere il sentiero della spiritualità aiuta a rompere i loro cicli negativi nella vita. Neelam, per esempio, ha trovato il suo rimedio nella pratica del Buddismo Nichiren. Dice: “Il semplice atto di cantare Nam Myoho Renge Kyo può trasformare qualsiasi “veleno” di schemi ripetuti di karma nella migliore “medicina”. Attraverso il canto, si può vedere un’onesta rivoluzione umana dentro di loro. Questo aiuta un individuo a passare alla versione migliore di se stesso”. Crede che questa rivoluzione interiore autorizzi il praticante a combattere questi cicli negativi. Molti altri come Neelam che meditano condividono punti di vista ed esperienze simili. Questi metodi funzionano perchè inducono una efficace rottura del circolo vizioso a livello subconscio, come avviene nelle mie sessioni:

Mi permette di ricontattarti in giornata, conoscerci e trovare il modo più efficace per risolvere al meglio la tua situazione
Ti prometto che la custodirò gelosamente e non la condividerò con nessuno neanche sotto tortura

Le sessioni di Ecologiadellecredenze: come ti possono aiutare?

Puoi chiedermi di più sulle sessioni mandandomi un sms al 3355297666. Ti richiamerò senza nessun impegno per chiarirti come posso aiutarti e proporti un lavoro personalizzato alla situazione che stai vivendo.

Sia che scegliamo di rompere questo circolo vizioso nelle nostre vite usando la psicoterapia o la spiritualità, dobbiamo intervenire prima possibile. Oppure, il circolo vizioso limiterà il nostro potenziale e non saremo all’altezza del nostro vero sè.

Detto questo, dobbiamo renderci conto che combattere il circolo vizioso non è un affare dall’oggi al domani ma ci sono metodi che possono aiutarti a semplificare il processo. Dall’identificazione delle ragioni alla base di questi modelli alla comprensione della radice del problema per mettere in moto la trasformazione, il processo richiede tempo, perseveranza e pratica. Il percorso potrebbe essere difficile da percorrere, ma alla fine, quando rompi il circolo vizioso della negatività, ti permette di vivere la vita al massimo.

Circolo vizioso mentale: cos’è?

circolo vizioso

Esistono molti tipi diversi di schemi di pensiero negativo, di varia gravità, ma tutti possono avere un impatto estremamente negativo sul benessere mentale.

Uno di questi schemi di pensiero negativi è pensare attraverso gli estremi, come se tutto fosse in bianco e nero: tutto ciò che fai è solo buono o solo cattivo. Credere di essere perfetti dopo un successo è una cosa, credere di essere un completo e totale fallimento è un’altra completamente, sebbene entrambi possano essere dannosi.

Di pari passo con questo, molte persone si convincono che i loro passi falsi sono molto peggiori di quanto non siano in realtà, enfatizzando così eccessivamente le proprie imperfezioni nella loro mente. Con questo circolo vizioso di pensiero, errori molto piccoli possono trasformarsi in errori imperdonabili.

Anche presumere che un errore ne porti senza dubbio a molti di più è dannoso, così come pensare troppo in generale o concentrarsi costantemente su risultati negativi piuttosto che su quelli positivi.

Oltre ad evitare percezioni eccessivamente negative su se stessi, è anche importante ricordare di non sviluppare pensieri negativi sul mondo. Evita di sentirti troppo responsabili per le cose che non vanno nel mondo o per le tue responsabilità per quello che succede.

Entrambe queste cose, oltre ad alimentare il circolo vizioso, possono inavvertitamente portare a una mancanza di motivazione.

Esistono molti tipi diversi di schemi di pensiero negativo, alcuni più pericolosi di altri, e tutti iniziano da una struttura di programmi subconsci che li favorisce. E’ importante capire l’origine di questi pensieri negativi e farti aiutare da un professionista se vuoi rompere il circolo vizioso.

Mi permette di ricontattarti in giornata, conoscerci e trovare il modo più efficace per risolvere al meglio la tua situazione
Ti prometto che la custodirò gelosamente e non la condividerò con nessuno neanche sotto tortura

Pensiero ad anello

Un tipo specifico di schema di pensiero negativo è il pensiero ad anello, ovvero il sentirsi intrappolati negli stessi pensieri dannosi più e più volte.

Ciò può derivare da un particolare fattore scatenante che provoca una serie di pensieri negativi, o da una situazione irrisolta che non sei riuscito a chiudere e quindi vieni inviato nella stessa spirale ogni volta che qualcosa della tua vita te lo ricorda.

Devi essere in grado di lasciar andare o evitare ciò che ti fa pensare in loop, soprattutto perché il pensiero in loop può portare a esperienze in loop, in cui trovi problemi reali e tangibili nella tua vita.

Spirale è un altro termine per indicare un periodo in cui i pensieri negativi ti sopraffanno, e non è un caso che questa e il pensiero ciclico richiamino alla mente lo stesso tipo di immagini. Lasciarsi scivolare in un circolo vizioso di pensieri negativi è facile, ma tornare indietro può sembrare impossibile.

Per cercare di rompere il circolo vizioso del pensiero ad anello, potresti voler distrarti con attività rilassanti come la meditazione o l’esercizio, o trascorrere più tempo con gli amici. A lungo termine, tuttavia, è molto importante considerare il motivo alla base della presenza di questi pensieri negativi.

Devi essere consapevole dell’origine del problema per risolverlo, quindi prenditi un momento per riflettere sul potere della tua programmazione subconscia.

Interrompere il circolo vizioso dei pensieri negativi

circolo viziosoCi sono quattro cose principali che dovresti considerare: cosa è successo esattamente nell’esperienza originale che ora ti infastidisce, come hai reagito ad essa in quel momento, come ti ha fatto sentire e come ti sta facendo sentire ora, e come vuoi crescere .

Può volerci un po’ di tempo per elaborare emozioni complicate e capire le risposte di cui hai bisogno, ma una volta fatto, sarai in grado di iniziare il tuo viaggio superando questi pensieri e le esperienze in loop che circondano un problema.

Ad esempio, puoi interrompere il ciclo dei pensieri negativi facendo qualcosa fuori dall’ordinario o cambiando l’ambiente circostante. Esci di casa, concediti qualcosa di carino all’inizio della giornata come la colazione con gli amici o una passeggiata nel parco, e scoprirai che sarà più difficile che i pensieri negativi ti raggiungano in seguito.

Questo può anche essere utile per evitare i trigger, che hanno un ruolo importante nel causare cicli di pensieri negativi. Rimuovi te stesso da tutto ciò che sai potrebbe farti girare a spirale, che si tratti di oggetti, persone o situazioni. È importante sapere cosa può scatenarti in modo da poterne stare lontano.

Dopo aver identificato con successo i fattori scatenanti, oltre a evitarli quando possibile, dovresti cercare di contrastare attivamente tutti i pensieri negativi che potrebbero derivarne con uno positivo. Ciò significa che devi praticare la consapevolezza o cercare di capire il modo in cui funziona la tua mente.

Se pensi di non comprendere i tuoi pensieri abbastanza bene da risolverli, un ottimo modo per saperne di più su questo circolo vizioso negativo può essere scrivere i pensieri che lo alimentano. Può sembrare controproducente scrivere fisicamente pensieri negativi su di te, ma è molto catartico e può aiutarti a toglierti i pensieri dalla testa una volta che sono sulla carta.

La scrittura e i decreti dell’Io Sono: altri strumenti efficaci

Scrivere rende possibile l’analisi. Questo semplice strumento renderà molto più facile trovare una soluzione che funzioni per te.

Recitare pensieri positivi più e più volte nella tua testa può sembrare sciocco, ma ripetere affermazioni positive abbastanza volte aiuterà a convincere il tuo cervello che sono la verità. Se ritieni che inizi un ciclo pericoloso, scegli una frase e usala per soffocare i pensieri negativi.

Ricorda a te stesso che sei perfetto così come sei piuttosto che lasciare che i pensieri negativi prendano piede.

Allo stesso modo, quando hai pensieri negativi su te stesso, non esitare a metterli in discussione. Chiediti perché lo pensi e se è davvero così. In genere scoprirai che l’autoironia non regge a una serie di domande appropriate. Questo perché molte delle cose negative che potresti pensare di te stesso sono infondate e false.

È importante cercare il supporto degli amici e soprattutto vedere un professionista che sappia come distruggere questo circolo vizioso soprattutto se vedi che le cose non stanno migliorando, ma la strada verso una migliore salute mentale inizia e finisce con le tue decisioni.

Fermare il circolo vizioso

Devi lavorare sodo per resistere a qualsiasi pensiero negativo con cui potresti avere a che fare. Il tuo lavoro è necessario perché nessun altro se non te capisce cosa sta succedendo nella tua testa. Sembra un cliché, ma il primo passo per raggiungere una migliore salute mentale è riconoscere che qualcosa non va o potrebbe essere migliorato.

Devi prendere la decisione di cercare di fermare il circolo vizioso di questi pensieri negativi, sia che ciò significhi agire da solo o vedere qualcuno che può aiutarti.

Il circolo vizioso di pensieri negativi in ​​cui ti ritrovi intrappolato può sembrare senza fine, ma c’è sempre una luce alla fine del tunnel. Inoltre ci sono molti modi in cui puoi provare a trovarla.

Mi permette di ricontattarti in giornata, conoscerci e trovare il modo più efficace per risolvere al meglio la tua situazione
Ti prometto che la custodirò gelosamente e non la condividerò con nessuno neanche sotto tortura

Perchè provare una delle mie Sessioni:

Scarica le risorse GRATUITE che ti metto a disposizione

RSS Leggi l’ultimo aggiornamento dal Sito di EcologiadelleCredenze di Michele Russo

  • Come smettere di odiare una persona?
    In questo articolo vediamo di capire cosa ci può essere dietro l’odio per una persona. Questo comprende anche le opportunità che forse ora non vedi ma che scoprirai possono esserci dietro l’odio verso una persona. Scopriremo alla fine che tu Read more… The post Come smettere di odiare una persona? first appeared on . L'articolo […]
  • Spinta motivazionale: come puoi ottenerla?
    Una spinta motivazionale? Forse la cerchi perchè è da un pò di tempo che vivi con estrema fatica oppure senti che c’è qualcosa che non va nella tua vita. Oggi più che delle tecniche da quattro soldi per ottenere una Read more… The post Spinta motivazionale: come puoi ottenerla? first appeared on . L'articolo Spinta […]
  • Essere insicuri: una trappola mentale che ti limita nella vita
    Essere insicuri è una cosa molto diffusa nella società. Come esseri umani, pensiamo costantemente e alcuni dei nostri pensieri possono essere pieni di dubbi. Questo può portare a pensieri di insicurezza. Troppa insicurezza può portare ad altri problemi, nelle relazioni Read more… The post Essere insicuri: una trappola mentale che ti limita nella vita first […]
  • Attacchi di panico in aereo: il metodo definitivo per superarli per sempre
    Soffrire di attacchi di panico in aereo può essere invalidante, soprattutto per chi ha bisogno di volare frequentemente per lavoro. Alcuni suggerimenti degli operatori sanitari possono aiutarti ad affrontare meglio il volo, ma se vuoi trascendere e dire addio agli Read more… The post Attacchi di panico in aereo: il metodo definitivo per superarli per […]
  • Odofobia e paura di viaggiare e di prendere l’aereo: 6 modi + 1 per superarle
    L’odofobia o hodofobia detta in inglese è la paura di viaggiare. Poi c’è chi non ha paura di viaggiare e lo vorrebbe tanto, ma si limita al proprio paese o a destinazioni raggiungibili facilmente solo con il treno, l’auto o Read more… The post Odofobia e paura di viaggiare e di prendere l’aereo: 6 modi […]
  • Profezie che si autoavverano e effetto sulla tua vita
    Che cos’è una profezia che si autoavvera? Una profezia che si autoavvera è un’aspettativa o una convinzione che può influenzare i tuoi comportamenti, facendo sì che la convinzione si avveri. Ci sono alcuni segni chiave in te da evitare se Read more… The post Profezie che si autoavverano e effetto sulla tua vita first appeared […]
  • Ti capita mai di sentirti avvilita o avvilito?
    Se stai leggendo queste parole mentre guardi lo schermo forse è da un pò che ti senti avvilita /o. Magari ti sei documentata/o il più possibile sul web e hai cercato informazioni sul sentimento di avvilimento. Hai scoperto che il Read more… The post Ti capita mai di sentirti avvilita o avvilito? first appeared on […]