Tag: pendolo


pendoloIl pendolo è un concetto fondamentale della disciplina del transurfing.

Comprendere il significato della idea del pendolo è di fondamentale importanza per liberarsi dalle briglie che ci impone la società.

L'elemento fondamentale per la formazione di un pendolo è l'esistenza di una regola o più regole che stimolano o obbligano le persone a ragionare o a comportarsi in una certa maniera.

Quando gruppi di persone incominciano a pensare nella stessa direzione, le loro onde mentali si sovrappongono e nell'Oceano di energia si creano delle strutture energetiche di informazioni invisibili ma reali i pendoli.

Queste strutture cominciano a svilupparsi in modo autonomo e a sottomettere le persone alle loro leggi.

Come il pendolo toglie gradi di libertà fino a ridurti in schiavitù

Una persona, capitata sotto l'influenza di un pendolo distruttivo, perde la libertà ed è costretta a diventare un ingranaggio di un grande meccanismo: Il pendolo.

Il pendolo oscilla con tanto più vigore quanto maggiore è il numero di persone (i sostenitori) che lo nutre della sua energia.

Un esempio viene offerto dall'analogia dell'altalena che mantiene il suo movimento solo applicando delle spinte di una determinata frequenza. Questa frequenza si chiama risonanza. Se la quantità di sostenitori del pendolo diminuisce le sue oscillazioni si smorzano. Quando non rimangono più sostenitori il pendolo si ferma e muore. Il libro di Vadim Zeland "Reality Transurfing" offre numerose idee e strategie per estinguere un pendolo.

Per estrarre da una persona l'enegia per sopravvivere, i pendoli sfruttano le sue emozioni: idealizzazione, venerazione, entusiasmo, delusione, orgoglio, boria, disprezzo, ripugnanza, offesa, senso del dovere, senso di colpa, insoddisfazione, indignazione, odio, irritazione, ansia, agitazione, abbattimento, sgomento, disperazione, panico, compassione, attaccamento, ammirazione, commozione, eccetera.

Il pericolo maggiore del pendolo

Il pericolo Maggiore per una persona che si è lasciata influenzare da un pendolo distruttivo sta nel fatto che quest'ultimo allontana la sua vittima dalle linee della vita originali. Queste linee della vita consentono alla persona il pieno appagamento. Questo è il percorso che permette alla persona di realizzare pienamente sé stessa.

In pratica un pendolo ti allontana da te stesso e ti snatura della tua personalità.

Occorre liberarsi dai limiti imposti: se ci si lascia schiacciare da questi pendoli l'uomo si allontana sempre di più dal suo cammino.

La regola crea il pendolo

pendoloQuando nasciamo cresciamo cresciamo in una struttura sociale.

In questa struttura ci sono delle regole e noi siamo stati abituati a seguire queste regole.

Ma per chi sono state fatte queste regole se non per i pendoli?

Siamo stati abituati a servire sempre gli altri e mai noi stessi.

Quando vieni a confrontarti con una regola sarebbe sempre utile chiedersi: a chi serve questa regola? In che modo mi giova seguire questa regola?

Conformarsi a delle credenze imposte dagli altri crea una frizione all'interno di noi stessi. Questa frizione si crea per il fatto che ci stiamo spostando dalla nostra essenza, dalle cose a cui diamo più valore per conformarci a regole degli altri. Queste frizioni possono trasformarsi in emozioni distruttive che ci logorano dall'interno e ci fanno ammalare.

Come liberarsi dalla morsa del pendolo

Possiamo trasformare queste frizioni, trasformando le emozioni negative per noi in emozioni positive che ci aiutano a guarire.

Questo può essere fatto con la metodica utilizzata nelle sessioni di ecologia delle credenze. Rilevando quali sono le emozioni che sostengono un certo sintomo o una certa patologia possiamo accedere ai programmi distruttivi che ti fanno stare male.

Questo si può fare con il test kinesiologico ponendo degli interrogativi al superconscio.

Questi interrogativi ci faranno capire cosa c'è dietro un sintomo, poiché ogni sintomo è un tentativo del corpo di farci cambiare.

Ci possono essere più emozioni distruttive che sostengono un dato sintomo e il test kinesiologico ci permetterà di controllare se queste emozioni sono state tutte trasformate.

Quando le emozioni distruttive vengono trasformate in qualcosa di meglio la condizione iniziale non è più persistente almeno dal punto di vista energetico. Questa è la premessa della guarigione.

Si crea un nuovo assetto energetico con cui chi esce dalla sessione può trasformare la sua salute attraverso pensieri nuovi e comportamenti nuovi. Le sue azioni si conformano ora alle nuove credenze installate.

C'è qualche riferimento alla Biologia delle Credenze?

Il concetto di pendolo ha molto a che fare con la teoria della biologia delle credenze.

Infatti il pendolo è una struttura che viene formata da un insieme di regole a cui noi siamo obbligati a conformarci.

Queste regole sono credenze inconsce che vengono installate al nostro interno e che determinano le nostre abitudini e il nostro comportamento automatico.

Il modo in cui reagiamo agli stimoli esterni, il modo in cui viviamo è quasi interamente determinato da programmi subconsci.

Cambiando le nostre credenze é ovvio che la nostra vita cambia.

Ma i pendoli sono tutti distruttivi?

pendoloUn pendolo per definizione è distruttivo, ma non tutti i pendoli sono distruttivi allo stesso modo.

Anche noi costruiamo la nostra vita in base a pendoli che scegliamo di alimentare energeticamente.

A questo punto Il consiglio che ti posso dare è di far funzionare la tua vita sulla base di pendoli che contribuiscono alla tua salute.

Ti faccio un esempio: se noi siamo a capo di un'organizzazione per far si che questa organizzazione funzioni dobbiamo stabilire delle regole che i membri di questa organizzazione devono seguire. Queste regole sono le regole che alimentano il pendolo "organizzazione".

Le regole sono la frequenza a cui batte il pendolo.

Le persone che seguono queste regole alimentano l'energia del pendolo perché creano una risonanza.

Questa è una energia che fa muovere il pendolo e lo sostiene per tutta la sua esistenza.

Se le regole sono utili per te e per la società allora il pendolo si può definire positivo.

Il lavoro che faremo durante le sessioni di ecologia delle credenze e quello di cercare di capire qual è il tuo ideale di vita e qual è il pendolo che con le sue regole può servire questo tuo ideale di vita e alimentari tua salute.


Definizione di transurfing

transurfingLa parola transurfing fa venire in mente un surfista che cavalca un onda, l'espressione trans fa pensare alla possibilità di trasferirsi da un onda all'altra.

Il transurfing come vedremo implica un condizionamento della realtà da parte del soggetto che lo pratica.

Il soggetto può quindi passare da una linea della realtà ad un altra linea tramite il suo atteggiamento e le decisioni che prende.

L'autore Vadim Zeland, quando parla di transurfing descrive uno scivolamento attraverso lo spazio delle varianti, oppure trasformazione in realtà di una variante potenzialmente possibile, o ancora come passaggio per le diverse linee della vita.

In senso più generale si può dire che se pratichi il transurfing ti bilanci sull'onda della fortuna.

Transurfing: Che cos'è l'onda della fortuna?

transurfingL'onda della fortuna si forma come concentrazione di circostanze particolarmente favorevoli.

Nello spazio delle varianti c'è tutto, compresi questi accumuli di circostanze fortunate.

Se sei capitato sulla linea estrema di una tale formazione e hai accolto la fortuna puoi scivolare facilmente sulle altre linee dell'ammasso dove ti attendono nuove circostanze fortunate.

Ma se il primo successo è seguito da un nuovo un evento sfavorevole significa che non hai saputo accogliere l'evenienza.

Ti sei fatto risucchiare dalla forza dell'importanza e un pendolo distruttivo ti ha agganciato e ti ha allontanato dal onda della fortuna.

Transurfing: Il concetto di pendolo

transurfingL'energia mentale ha una forza sulla materia.

Essa non scompare senza lasciare traccia.

Quando dei gruppi di persone cominciano a pensare in una stessa direzione, le loro onde mentali si sovrappongono e vanno in risonanza alimentandosi a vicenda.

E' così che nell' oceano di energia si creano delle strutture energetiche di informazione invisibili e reali, i pendoli.

Sono delle vere e proprie entità come vedremo sono sostenute dalle energie delle persone che le hanno create con i loro atteggiamenti e le loro scelte.

Queste strutture cominciano a svilupparsi in modo autonomo e a sottomettere le persone alle loro leggi.

Una persona, capitata sotto l'influenza di un pendolo distruttivo perde la libertà ed è costretta a diventare un ingranaggio di un grande meccanismo.

Il pendolo oscilla con tanto più vigore quanto maggiore è il numero di persone sostenitrici che lo nutre della sua energia.

Transurfing e pendoli: un esempio

transurfingPer esempio ci si può spingere in altalena applicando delle spinte di una determinata frequenza.

Frequenze simili alimentano il fenomeno creando una risonanza.

Ogni pensiero ha una sua frequenza.

Per cui se la quantità di sostenitori del pendolo diminuisce, le sue oscillazioni si smorzano.

Quando non rimangono più sostenitori, il pendolo si ferma e muore.

Per estrarre da una persona la sua energia, i pendoli sfruttano i suoi sentimenti le reazioni: insoddisfazione, indignazione, odio, irritazione, ansia, agitazione, abbattimento, sgomento, disperazione, panico, compassione, attaccamento, ammirazione, commozione, idealizzazione, venerazione entusiasmo, delusione, orgoglio, boria, disprezzo, ripugnanza, offesa, senso del dovere, senso di colpa. Tutti questi sentimenti alimentano l'energia del pendolo.

Queste tensioni creano in te delle tensioni che accumulandosi attivano il sistema dello stress e con il tempo possono farti ammalare. Si possono disattivare questi programmi subconsci in questo modo.

Il pericolo Maggiore per una persona che si è lasciata influenzare da un pendolo distruttivo sta nel fatto che quest'ultimo allontana la sua vittima dalle linee della vita allontanandola dalle circostanze favorevoli.

Occorre liberarsi dai fini imposti dai pendoli: infatti alimentando i pendoli l'uomo si allontana sempre di più dal suo cammino.

Il potenziale del pendolo è creato dall'importanza

transurfingL'importanza nasce quando a qualcosa viene attribuito un significato eccessivamente grande.

E' quello che Zeland nel suo libro chiama potenziale superfluo. Per eliminare questo potenziale superfluo le forze equilibratrici creano problemi alla fonte che ha generato il potenziale stesso.

Esistono due tipi di importanza: quella interna è quella esterna.

L'importante interna o importanza di se si manifesta in forma di sopra valutazione dei propri pregi e dei propri difetti.

L'importanza interna si manifesta con atteggiamenti di importanza che si danno le persone: i classici pavoneggiamenti.

Quando la lancetta dell'importanza si impenna, ecco che si attivano le forze equilibratrici e il pavone si becca una bella lezione che lo fa cadere miseramente.

L'altro lato della medaglia è dato dalla sottovalutazione dei propri meriti e dall'auto-denigrazione.

L'entità del potenziale superfluo in entrambi i casi è uguale, la differenza sta solo nel segno.

Il significato dell'importanza esterna secondo il Transurfing

transurfingAnche l'importanza esterna viene creata artificialmente dall'uomo, quando viene attribuito un significato troppo grande a un oggetto o a un evento del mondo esterno.

L'importanza esterna si alimenta quando la persona non riesce a mantenere un atteggiamento distaccato dai fenomeni che vive e si fa coinvolgere troppo a livello emotivo.

In questi casi si crea un potenziale superfluo e tutto va a rotoli.

Immaginati di dover camminare su un tronco che giace a terra: niente di più semplice. E ora immaginati di dover camminare sopra lo stesso tronco sospeso tra i tetti di due palazzoni. Cambia tutto per la diversa importanza che si da allo stesso fenomeno perchè incorniciato in un altro contesto percettivo.

Transurfing e forze equilibratrici

transurfingOvunque ci sia un potenziale superfluo sorgono delle forze equilibratrici finalizzate a eliminarlo.

Il potenziale superfluo è risultato delle energie mentali ed emozionali di una persona,

Quando una persona attribuisce un significato eccessivamente grande a un oggetto o a un evento alimenta il potenziale superfluo del pendolo in cui si trova implicato.

Confrontiamo, ad esempio, due situazioni. Nella prima sei in piedi sul pavimento di casa, nella seconda sei in piedi sull'orlo di un precipizio.

Nel primo caso la situazione non ti agita minimamente e puoi stare in piedi pensando a mille altre cose. Nel secondo caso, invece, la situazione crea tensione: un minimo movimento sbagliato e potrebbe succedere l'irreparabile.

Sul piano energetico, il fatto che tu sia in piedi ha uguale significato sia nel primo che nel secondo caso, ma, stando in piedi sull'orlo di un precipizio sei molto coinvolto, la paura di sbagliare aumenta la tensione che crea una disomogeneità nel campo energetico.

Il risultato è che si attivano le forze equilibratrici il cui fine è di eliminare tale disomogeneità.

Le forze equilibratrici creano la maggior parte dei problemi per la persona che ha creato queste disomogeneità.

La perfidia sta nel fatto che l'uomo spesso ottiene un risultato esattamente opposto alla propria intenzione.

Transurfing e concetto di potenziale superfluo

transurfingIl potenziale superfluo è una tensione, una perturbazione locale in un campo energetico omogeneo.

La disomogeneità viene creata dall'energia mentale quando a una determinata circostanza viene attribuito un significato eccessivo.

Il desiderio, per esempio, crea un potenziale superfluo, poiché aspira ad attirare l'oggetto bramato quando manca.

Il desiderio ansioso di avere quello che non si ha crea uno sbalzo di pressione che genera il vento delle forze equilibratrici.

Insoddisfazione, condanna, entusiasmo, venerazione, idealizzazione, sopravvalutazione, disprezzo, vanagloria, il senso di superiorità, il senso di colpa è di inferiorità. Creano frizioni nella tua vita che ti fanno stare male.

Puoi annientare queste energie perverse con una sessione di EcologiadelleCredenze

Il transurfing e il concetto di Spazio delle Varianti

transurfingLo spazio delle varianti è un campo di informazioni infinito contenente tutte le varianti di tutti i possibili eventi.

Si può dire che nello spazio delle varianti è contenuto tutto quello che è stato, c'è e ci sarà.

Possiamo considerarlo una saggezza universale che durante le sessioni di EcologiadelleCredenze possiamo interrogare per avere una consapevolezza profonda della situazione che stai vivendo. Scoprirai come può essere effettuato ma ti accenno qualcosa già qui.

Lo spazio delle varianti serve da matrice, da piano cartesiano del moto della materia nello spazio e nel tempo.

Sia il passato che il futuro sono conservati in questo campo in modo stazionario come se si trattasse di una pellicola cinematografica. Quindi il tempo non esiste: si coglie l'effetto del tempo solo se un singolo fotogramma viene confrontato a quello successivo.

L'accesso a questo campo di informazioni è in linea di principio possibile.

Proprio da questo campo provengono I saperi intuitivi e la chiaroveggenza.

La ragione non è in grado di creare niente di fondamentalmente nuovo. Essa può solo assemblare una nuova casa utilizzando vecchi concetti, invece le grandi intuizioni provengono dallo spazio delle varianti.

Il cervello conserva non l'informazione stessa, ma una sorta di link che porta a l'informazione contenuta nello spazio delle varianti.

Definizione di settore dello spazio delle varianti

In ogni punto dello spazio esiste una variante dell'uno o dell'altro evento.

Per comodità di comprensione possiamo dire che una variante consiste di uno scenario è di una decorazione. Questo è un termine usato da Zeland quando spiega questi concetti nei suoi libri.

Le decorazioni rappresentano l'aspetto esterno o la forma di manifestazione della variante.

Lo scenario è invece il percorso lungo il quale si muove la materia.

Per comodità possiamo immaginare lo spazio delle varianti diviso in settori.

Ogni settore ha il suo scenario e la sua decorazione.

Tanto maggiore è la distanza tra i settori, tanto più forti sono le differenze negli scenari e nelle decorazioni.

Il destino dell'uomo è rappresentato da un insieme di varianti.

Teoricamente non esiste alcuna limitazione alle possibili svolte del destino di un uomo, perché lo spazio delle varianti è infinito.

Storia del transurfing

Il transurfing si è diffuso in Russia negli ultimi anni, inizialmente tramite internet, dove ha suscitato un'animata discussione è un vivo dialogo tra I lettori. Poi si è diffuso nelle librerie e nell'arco di due anni i libri dedicati a questa filosofia hanno invaso gli scaffali,

Lo stesso successo si è ripetuto in Germania, in Repubblica Ceca e via via in altri 13 paesi.

Attualmente è messo in pratica da decine di milioni di persone.

Lo spazio delle varianti e il volume che apre la trilogia, della quale fanno parte anche il fruscio delle stelle del mattino e avanti nel passato.

Solo in Russia libri di Vadim Zeland hanno già venduto molti milioni di copie.

N.B.: puoi leggere anche quest'altro articolo sul Transurfing.