Autore: Michele Russo

Mi interesso da più di 15 anni di Medicina Funzionale, conosco e divulgo appassionatamente il concetto di Catene Causali ai medici e promuovo ogni giorno il Valore della Salute come qualità di Vita e non come assenza di Malattia. Con il sito Ecologiadellecredenze.it propongo il mio servizio attraverso il quale potrai plasmare la vita che desideri attraverso il mio aiuto con le sessioni di Psych-K®

Quando si usa il termine " relazioni tossiche " ci si riferisce a quelle relazioni che non ti fanno bene. Le relazioni tossiche possono minare la tua salute. Se stai vivendo una relazione tossica probabilmente sei in un circolo vizioso. C'è qualcosa che ti trattiene e ti impedisce di troncare definitivamente. In questo articolo vedremo di capire meglio cosa succede nelle relazioni tossiche e come uscirne.

Come riconoscere le relazioni tossiche

relazioni tossicheLa dipendenza affettiva può essere normale se non è esagerata. A tutti noi fa piacere essere corteggiati. Ci fa piacere quando qualcuno ci dedica la sua attenzione e ci sostiene. In una relazione è bello anche confrontarsi e avere qualcuno con cui fare una esperienza di crescita. Nelle relazioni tossiche questi desideri sono esagerati e te ne puoi accorgere quando perdi gradi di libertà. Con questo voglio dire che ti accorgi che non stai bene da sola. Non riesci a fare a meno della presenza del tuo partner. Questo in amore. Ma esempi di relazioni tossiche le abbiamo anche nel campo lavorativo. Quando per esempio credi che non puoi fare a meno di lavorare con quella certa azienda. Se ti capita di pensare che se lasci il tuo lavoro sei una persona finita. Quando pensi che nessuno ti apprezzerà allora ti può venire il dubbio di stare nel bel mezzo di una relazione tossica.

La percezione distorta della realtà crea le relazioni tossiche

Le relazioni tossiche sono create da noi. Noi con i nostri pensieri e con il modo di percepire noi stessi e il mondo possiamo creare le relazioni tossiche. Se pensi ad esempio che il blu che io vedo tu non lo vedi allo stesso modo puoi comprendere quello che ti sto dicendo. Addirittura c'è chi un colore lo vede diverso da un'altra persona. I colori come la realtà è creata da noi. Gli atomi di un oggetto vibrano e mandano segnali che colpiscono la retina che trasforma questi in segnali nervosi che poi vengono addirittura interpretati. Capisci? Possiamo lavorare sulle credenze subconsce che ti imprigionano in relazioni tossiche. Eh si perché probabilmente vivi diverse relazioni tossiche. Pensaci bene. Sei programmata per viverle e forse è un tuo modo di rapportarti agli altri che crea queste relazioni tossiche.

I seduttori narcisisti e il pensiero della psicologia classica

relazioni tossicheEsistono dei corteggiatori che hanno bisogno di creare relazioni tossiche. Sono definiti dalla psicologia classica "seduttori narcisisti". Queste persone si nutrono dell'energia di una persona quando creano relazioni tossiche. La persona vittima di questa dinamica viene logorata letteralmente. I seduttori narcisisti sono persone che possono evolvere grazie alle relazioni tossiche. Sta a loro sfruttare questa esperienza per comprendersi nel profondo. Di solito però non vedono la relazione come una esperienza in grado di arricchirli ma soltanto come un modo di sopravvivere.

Come puoi evolvere grazie alle relazioni tossiche

Ogni cosa non capita per caso. E forse se stai ancora leggendo queste mie parole te ne eri già accorto/a. Ogni esperienza ci capita per farci evolvere. Le relazioni tossiche non fanno eccezione a questa regola. E' probabile che le relazioni tossiche capitino a chi ha bisogno di trasformare la sua dipendenza affettiva. Anche questa è un modo di percepire la tua persona e la vita. Possiamo facilitare la trasformazione di queste dinamiche con una sessione di Ecologia delle Credenze® e con il metodo Psych-K®.

Come riconoscere una relazione tossica

E' una relazione che si distingue per la presenza di una dipendenza affettiva. La dipendenza è una caratteristica di ogni relazione umana. Infatti nessun uomo o donna è un isola. Siamo tutti collegati. Queste sensazioni dovrebbero essere equilibrate o vissute con armonia. Di solito è tutto ok quando ti accorgi che la tua spinta a stare con gli altri è controbilanciata da un certo desiderio di indipendenza o autonomia. Quando invece ti accorgi che le tue scelte sono condizionate quasi sempre dai desideri del tuo partner si accende la spia dell'allarme rosso. Stai forse perdendo la libertà di scelta e il potere personale? Questi sono i sintomi di una relazione tossica.

Che segni caratterizzano invece una relazione sana?

relazioni tossicheIn una relazione sana gli aspetti di dipendenza dagli altri sono sempre controbilanciati dall'autodeterminazione e dal mantenimento del tuo potere personale. In una relazione tossica c'è una vittima è c'è un parassita. La vittima di solito è quella che paradossalmente ha più bisogno di considerazione e sostegno. E' di sicuro la parte più debole della coppia tossica. Il carnefice è invece un soggetto che vive del suo Ego e per avere considerazione è disposto a tutto. Non si accorge neanche che ti sta facendo soffrire.

L'approccio con Ecologia delle Credenze®

Ecologia delle Credenze® utilizza il metodo Psych-K® per facilitare il tuo cambiamento. Si lavora con te stesso. Poiché il principio è che se cambiamo le nostre credenze subconsce viviamo la realtà in maniera diversa. Cambiando la nostra percezione di noi stessi e del mondo infatti si trasforma il modo in cui ci rapportiamo agli altri. Un esempio eclatante di come questo cambiamento può avvenire è che percepisci il tuo partner in maniera completamente diversa. Se vuoi approfondire sulla metodica ti consiglio di leggere le varie sezioni di questo sito e gli articoli disponibili. Nel bilanciamento della relazione andremo a bilanciare il rapporto che hai con il tuo persecutore, sia esso una persona o un oggetto o un pensiero. Voglio crescere, voglio vivere una vita diversa Se senti il desiderio di svoltare nella tua vita forse puoi provare una sessione con me. Come si fa? Semplice: puoi usare questo modulo. [wpforms id="1332"] Specifica il tuo numero di telefono. Sarà mia premura ricontattarti al più presto. Sentiti libero/a di contattarmi anche soltanto per chiedere info. Un altro modo è quello di inviarmi un messaggio whattsapp al 335/5297666. Sarà un piacere per me ascoltarti e facilitare la trasformazione della tua dipendenza affettiva in qualcosa di meraviglioso. Sarà bello aiutarti a spezzare le catene di qualsiasi relazione tossica in modo che tu possa raggiungere la tua libertà. p.s.: condividi sui social questo articolo se pensi che possa essere utile agli altri.

Un mental coach è una persona qualificata che utilizza delle tecniche per esprimerti al meglio nella vita e nel lavoro. Il mental coach ti permette di allenare la tua mente in modo che aumenti la resilienza. In questo senso possiamo dire che un mental coach è un facilitatore. Mental coach a Senigallia. Mental Coach ad Ancona,  Ogni mental coach sa che la resilienza è la capacità di adattarsi velocemente e al meglio ai cambiamenti. Oggigiorno questa capacità è fondamentale perché l'ambiente intorno a noi muta con una velocità pazzesca. Se non riesci a potenziare questa capacità sarai in difficoltà nel mondo di oggi e negli anni a venire. Conosco persone che parlano male dei mental coach: semplicemente hanno avuto delle esperienze negative. Non hanno incontrato la persona giusta. Questo può succedere nella vita ma non deve limitarti. Una attitudine umana è infatti di fare di tutta l'erba un fascio ma questo significa per te avere sempre meno opportunità. Il tuo lavoro con un mental coach in questo caso potrebbe essere quello di andare oltre le tue convinzioni più profonde. Forse sono proprio queste convinzioni quelle che ti stanno limitando e che non ti consentono di raggiungere il benessere che desideri. mental coach

Mental Coach e Psicologo sono due figure professionali diverse

Il mental coach non ha niente a che fare con uno psicologo e non è una figura medica.

Egli applica tuttavia delle metodiche che consentono di potenziare anche questi altri approcci.

Quindi ti puoi far seguire da un mental coach anche se stai seguendo un percorso da uno psicologo o stai facendo delle cure mediche.

Il trattamento con un coach andrà a migliorare l'efficacia di quello che stai facendo senza avere nessuna controindicazione.

Infatti un facilitatore competente è quello che valorizza ogni tuo percorso e ogni tua scelta.

Come faccio a scegliere il Mental Coach adatto a me?

Il mental coach non è una figura regolamentata per il momento e possiamo considerare il mental coach come quel professionista che attraverso varie metodologie può aiutarti ad accedere al tuo intero potenziale.

La differenza tra un mental coach e un altro la fa come al solito la persona.

Quindi quello che ti suggerisco è farti consigliare da qualcuno che ha già provato e fare la tua personale esperienza per capire se si crea un empatia.

Mental Coach: cosa mi devo aspettare da lui?

Per migliorare il tuo potenziale un mental coach dovrà basarsi sull'educare che vuol dire tirare fuori. Questo è ben diverso dal mettere dentro soprattutto se questo intento è forzato e non è accettato dalla persona interessata a migliorarsi. Il bravo Mental Coach saprà tirare fuori quello che c'è dentro di te e valorizzarlo. Quindi un mental coach è una figura in grado di insegnarti a valorizzare il tuo potenziale attraverso delle strategie che possono essere quelle che puntano sull'intelligenza emotiva, la focalizzazione, e la visualizzazione.

mental coach

I Mental Coach sono tutti uguali?

Un lavoro che pochi mental coach sanno fare è il lavoro con la mente subconscia. Ti faccio notare il fatto che a proposito ho scelto la parola "con" e la preferisco alla parola "sulla". Questo ti fa capire che il miglior lavoro che può fare un mental coach è quello di allearsi con te e guidarti alla valorizzazione della tua vera essenza.

La mente subconscia  è la parte determinante del nostro comportamento.

Un bravo facilitatore sarà quel mental coach che conosce delle strategie che consentono di far lavorare la mente subconscia per te.

Subconscio e coaching

Ci sono varie metodiche che consentono di fare questo lavoro con la mente subconscia. Una delle metodiche più efficaci è  Psych-k®

Il mio consiglio è quello di preferire un mental coach che sappia utilizzare questo tipo di tecniche.

La mente subconscia della maggior parte delle persone Infatti lavora boicottando tutte le intenzioni conce. E siccome la mente subconscia è un motore ben più forte della mente conscia, un mental coach deve considerare questo aspetto. Il suo lavoro sarà quello di cercare un allineamento tra mente subconscia e mente conscia del cliente

Per fare questo è necessario avere studiato delle metodiche, essersi formati. Quindi è tuo diritto quello di chiedere delle referenze al mental coach che scegli in modo da valutare il suo percorso formativo.

Posso fare a meno di un Mental Coach

Qualcuno potrebbe obiettare che un coach non serve a niente.

Infatti tutti bene o male ce la caviamo ma c'è un discorso da fare che è quello dello scegliere tra cavarsela e eccellere.

Tra eccellere nel campo che ti interessa e stare male o eccellere e stare alla grande.

Il mental coach non è una persona che ne sa più di te ma una persona che ha studiato delle tecniche che consentono di valorizzare il tuo potenziale al massimo.

Quindi per farti un esempio: io mental coach potrei lavorare anche con l'uomo più ricco della terra.

Oppure con l'uomo più saggio della terra o con l'uomo più capace della terra in un determinato settore.

Ti dico questo perché voglio farti capire che è sbagliato pensare che se sei una persona in gamba non hai bisogno di un mental coach.

Ognuno potrebbe avere bisogno di un mental coach: ecco perché

mental coachPerché per quanto in gamba tu possa essere non conosci profondamente delle tecniche che consentono di farti eccellere con meno sforzo possibile.

Un altro discorso da considerare è che anche le persone più eccellenti hanno delle difficoltà.

Queste difficoltà sono o possono essere in diversi campi e della loro vita.

Tutti noi per esempio soffriamo di stress e molto spesso le persone più capaci sono anche molto stressate.

Il loro lavoro con un facilitatore potrebbe essere quello di utilizzare meglio la loro energia.

In questo caso un mental coach può aiutare una persona che già eccelle nella a stare meglio.

Questo è possibile perché un coach conosce delle strategie che consentono di raggiungere un miglior utilizzo della energia individuale.

Mental Coach ed ecologia energetica

mental coachC'è da imparare molto dall'oriente. Molte discipline ci insegnano ad utilizzare al meglio la nostra energia.

In questo caso il lavoro è un lavoro ecologico cioè si punta a fare meglio con meno sforzo.

Ecco che abbiamo capito forse qual è il ruolo essenziale di un facilitatore

Un coach quindi non è uno psicologo e non tratta problemi di salute gravi ma consente ad ogni tipo di persona di dare il meglio o di trarre il meglio da ogni esperienza.

Ogni mental coach ha un suo stile e utilizza delle tecniche e che dipendono dal percorso che questo ha fatto.

Differenza tra Mental Coach e motivatore

Se stai pensando che il Mental Coach è un sinonimo di motivatore allora mi fermo subito a chiarire questa differenza.

Il mental coach non è un banale motivatore.Tra le persone che conosciamo e magari tra quelle con cui lavoriamo ci sono degli individui che sanno motivare

Questa è una dote naturale e ci sono dei corsi per coltivare queste capacità. Saper motivare è importante perché la motivazione da una spinta per l'azione è l'azione muove la vita.

Il lato oscuro della motivazione è che molto spesso ti costringe a fare quello che non vuoi fare.

Il rischio è molto spesso di basarsi su un modello preconfezionato.

Ci sono molti modelli vincenti ma non è detto che siano i migliori per noi. Molto spesso questi modi sono dettati dalla società o non sono adattabili alla nostra cultura o al nostro modo di essere.

Un mental coach non ti impone un modello preconfezionato.

Non ti cuce un vestito che non vuoi portare.

Molti motivatori si basano sullo stile dei più famosi motivatori americani come Tony Robbins, Jack canfield, Zig Ziglar. Queste sono persone sono dei modelli di eccellenza.  Hanno una grande esperienza di vita e di successo che ci può dare degli spunti interessanti ma non devono essere scimmiottati pedissequamente.

Questo perché quello che è buono per loro potrebbe non esserlo per noi.

I valori che sono importanti per le persone che appartengono ad una certa cultura come quella americana non è detto che siano adattabili alle persone di un'altra cultura.

Quindi il mental coach non è soltanto un motivatore, è una persona che ascolta e cerca di comprendere quello che è veramente importante per te. Una volta compreso questo che è importante ti aiuterà con delle strategie ben precise a realizzarlo punto in questo senso il mental coach è una persona amica un protettore del tuo spazio sacro che rispetta quello che sei e anzi ti aiuta ad avvicinarti più rapidamente e nel modo migliore alla tua vera essenza.

Mental Coach oltre la forza della mente

mental coachQuello che imparerai da un mental coach è che è importante In molti casi disimparare.

La cultura occidentale è una cultura basata sul potere della mente. La mente umana è una grande risorsa ma molto spesso un uso improprio o esagerato della mente conscia può penalizzare la nostra esistenza.

Questo fenomeno arriva spesso a generare dei disturbi che sono quelli che combattiamo.

Qui si tratta di essere consapevoli intanto che la mente conscia è soltanto una minima parte della nostra essenza.

La mente conscia è solo una parte della mente. Il maggior potenziale della nostra mente è rappresentato dalla mente inconscia.

Ti consiglio quindi di privilegiare un mental coach che è consapevole di questa limitazione della mente conscia e che ti aiuti ad utilizzare tutto il potenziale della tua mente.

Il facilitatore che ti consiglio di cercare è mental coach consapevole del potere del Cuore, dell'Anima e dello Spirito.

Questo professionista conosce delle strategie per armonizzare questi centri e riesce a farli funzionare in sincronia tra di loro.

Ecco che la tua essenza si armonizza e così puoi sfruttare al massimo tutto il tuo potenziale. Puoi esprimere te stesso per come sei veramente.

Il facilitatore ti consente di esplorare te stesso

Quello che farai con un facilitatore in gamba è un viaggio.

Questo è un viaggio di esplorazione della tua vera essenza. In questo viaggio dove andrai a conoscere parte di te che non conosci e che forse hai voluto ignorare. Sarai finalmente disponibile ad accogliere le parti di te che non ti piacciono e a trasformarle nei tuoi migliori punti di forza. Questo inizia dall'accettazione di tutte le parti di te e dalla loro conoscenza.

Un mental coach è quindi un protettore del tuo spazio sacro che ti sostiene in questo percorso di conoscenza delle tue varie sfaccettature.

In questo viaggio sarai pronto a conoscere le tue zone buie, quelle che per necessità hai voluto ignorare per tutto questo tempo. Imparerai a farle diventare le tue migliori amiche, ad accettarle e a valorizzarle. Questo processo andrà avanti fino a farle diventare degli strumenti con cui puoi affrontare meglio la vita e realizzare più facilmente il successo.

Le parti buie che finora ha ignorato diventeranno le migliori alleate della tua crescita personale.

Prenota ora una sessione per lavorare sulle difficoltà che stai vivendo in questo momento per superarle

Inviami un sms su whattsapp oppure compila il form che trovi qui sotto:

[wpforms id="1476"]

   

Stare bene con se stessi è un grande risultato. Possiamo dire con certezza che chi riesce a star bene con se stesso è una persona di successo. stare bene con se stessi

Stare bene con se stessi è il primo passo per stare bene con gli altri

C'è chi dice che se ci si preoccupa troppo di stare bene con se stessi si è egoisti. Io non sono d'accordo. Per me l'egoismo è una forma di altruismo. Viceversa l'altruismo è una forma di egoismo. Continua a leggere che mi spiego meglio.

Stare bene con se stessi è un atto di egoismo?

Stare bene con se stessi può essere considerato da molte persone un obiettivo egoistico. Invece chi sta bene con se stesso crea un beneficio anche per gli altri. Perché chi sta bene con se stesso sta bene anche con gli altri. Questo è un altro dei tanti esempi che dimostra che per cambiare il mondo intorno a se occorre partire da se stessi. Quindi chi si preoccupa del miglioramento di se stesso è un grande egoista ma anche un grande altruista.

Se vuoi star bene con te stesso trasforma le tue credenze subconsce 

Prenota ora una sessione di Ecologia delle Credenze

Stare bene con se stessi nonostante le dure sfide della vita

Sarebbe veramente stupido non ammettere che la vita ci impone prove pesanti. A volte sembra quasi volerci costringere ad apprendere lezioni complicate. Stare bene con se stessi vuol dire impegnarsi per uscire da queste vicende con la testa alta. Noi tutti senza nessuna eccezione possiamo allenarci ad aumentare e migliorare la nostra forza mentale ed emotiva. Si tratta di un allenamento irrinunciabile se vogliamo far emergere il meglio che c'è in noi, soprattutto in quei momenti di incertezza e di cambiamenti in cui spesso ci sentiamo perseguitate inquieti. È un atteggiamento che ci permetterà di entrare in contatto con la nostra essenza più profonda dalla quale si può sprigionare quella forza mentale ed emotiva necessaria quando si è sommersi dalla confusione dallo sconcerto.

Se vuoi star bene con te stesso trasforma le tue credenze subconsce 

Prenota ora una sessione di Ecologia delle Credenze

 

Stare bene con se stessi vuol dire avere la capacità di trasformare la percezione degli avvenimenti

stare bene con se stessiSpesso non siamo in grado di cambiare quanto avviene intorno a noi. Quello che invece possiamo fare è modificare il modo in cui ci rapportiamo con quanto accade perché potrebbe offrirci la chiave per vivere un'esperienza radicalmente diversa rispetto a quanto ci sta capitando. Dobbiamo però essere onesti con noi stessi perché chi vuole essere padrone dei propri stati d'animo deve impegnarsi continuamente. Star bene con se stessi vuol dire guadagnarsi la libertà e questo richiede un'attenzione costante.

Star bene con se stessi vuol dire lavorare con passione

Stare bene con se stessi vuol dire lavorare su se stessi per ampliare la nostra forza fisica mentale o emotiva. Per essere efficace questo lavoro quotidiano non deve essere fatto con riluttanza come se fosse un obbligo, altrimenti lo abbandoneremo poi alla prima difficoltà. Perché un allenamento produca in noi cambiamenti rilevanti deve essere accompagnato dalla passione. Questa passione la proviamo quando siamo pienamente consapevoli delle sofferenze che riusciremo a evitare e della felicità che grazie a tale allenamento potremmo provare. Se non mettiamo emozioni in quello che facciamo il nostro inconscio non ci aiuterà a svilupparci fino a quei livelli che potremmo invece raggiungere. La percezione di quanto è possibile ottenere della nuova realtà che si può creare funzionerà come leva per allontanare nel nostro cammino la paura, l'ignoranza è la pigrizia.  

Se vuoi star bene con te stesso trasforma le tue credenze subconsce 

Prenota ora una sessione di Ecologia delle Credenze

 

Star bene con se stessi vuol dire liberare le nostre energie

La nostra missione come leader di noi stessi è di creare una vita appassionante. Se decidiamo di accettare questa sfida saremo in grado di accedere al nostro intero potenziale. Non dobbiamo limitarci a risolvere problemi che viviamo in un dato momento ma dobbiamo lavorare per creare una nuova realtà molto più appassionante. Questo può essere un progetto di vita molto più emozionante capace di mettere in moto quella energie che ognuno ha in sé. Queste energie sono spesso sopite è vanno risvegliate a tutti i costi. Dobbiamo quindi lavorare molto più intensamente sulle nostre possibilità. Per farlo è necessario superare i nostri limiti imparando ad entrare in contatto con qualcosa che è insito nella nostra natura. Questo qualcosa è nascosto ad un livello ben più profondo di quello con cui ci rapportiamo abitualmente. E' una risorsa che va oltre il nostro io superficiale cioè il nostro Ego limitato e limitante.

Star bene con se stessi vuol dire connettersi con la propria essenza interiore

Rimanere solo su questo piano superficiale dell'Ego ci impedisce di riconoscere aspetti fondamentali della nostra realtà di quella altrui e di quella che governa il mondo. Proprio questo legame con il nostro intimo può diventare per noi fonte di ispirazione. Ma soprattutto è in grado di dare al nostro pensiero la libertà è la vastità necessarie per scoprire nelle persone e nelle cose molte più dimensioni di quelle che vediamo abitualmente. In questo consiste l'alchimia del profondo. Percorrere con pazienza e fiducia Il cammino che ci porta a recuperare questo collegamento dimenticato ci permette anche di recuperare la nostra libertà perduta. Questo ci consente piano piano di trasformare la nostra sensazione di abbandono e sradicamento in una sensazione di chiarezza e splendore. Se vogliamo aprirci alla coscienza profonda fonte di saggezza ed energia trasformatrice dobbiamo quindi prima di tutti imparare a cambiare lo stato mentale in cui ci troviamo.  

Se vuoi star bene con te stesso trasforma le tue credenze subconsce 

Prenota ora una sessione di Ecologia delle Credenze

 

Star bene con se stessi vuol dire lavorare con la nostra mente

stare bene con se stessiQuando ci sentiamo piccoli insignificanti e impotenti vuol dire che non stiamo bene con noi stessi. Il nostro stato mentale è determinante nella valutazione e nella risposta che diamo a quanto ci succede nella vita. Un simile cambiamento si ottiene utilizzando alcune delle risorse più importanti a nostra disposizione. Queste risorse sono la nostra intelligenza, la nostra memoria, la nostra immaginazione, la nostra attenzione, la nostra fisiologia e la nostra volontà. Innanzitutto dobbiamo tenere presente che nel nostro allenamento personale è importante avere sempre lo sguardo puntato su ciò che vogliamo e non su quello che non vogliamo.

Star bene con se stessi vuol dire dominare i pensieri automatici

Dato che siamo continuamente bombardati da una serie di pensieri automatici che seminano i noi dubbi e insicurezza dobbiamo imparare come interrompere questo dialogo interiore disfunzionale. Questo dialogo automatico ci riempie la testa di rumore e smarrimento. Non possiamo certo percorrere molta strada se facciamo un passo avanti e uno indietro. Perciò è necessario che si produca un allineamento interiore affinché tutte le forze presenti in noi si muovano nella stessa direzione. È indubbio che nella condizione umana siano insite delle sofferenze.Dentro di noi vive anche qualcosa in grado di trasformarle completamente convertendole in bellezza e spirito di collaborazione. Non si tratta di una trasformazione che ci allontana dalla realtà. Questa trasformazione ci consente di avvicinarci alla realtà da una prospettiva molto più ampia è profonda.  

Se vuoi star bene con te stesso trasforma le tue credenze subconsce 

Prenota ora una sessione di Ecologia delle Credenze

 

Star bene con se stessi vuol dire fidarsi di se e della vita

Teniamo presente che anche se può sembrare il contrario il vero conflitto ha luogo dentro di noi. La nostra interiorità è lo spazio in cui dobbiamo trionfare a ogni costo perché la posta in gioco è troppo alta. Il lavoro su noi stessi è necessario per conquistare fiducia in noi e sviluppare nella nostra mente l'assoluta certezza che nonostante le difficoltà riusciremo a trionfare. In questa lotta di superamento personale non possiamo considerare il fallimento come un'opzione. Commetteremo errori e cadremo varie volte ma ci rialzeremo sempre una volta in più rispetto a quelle in cui siamo caduti. Questo ci farà uscire rafforzati dall'esperienza. È così infatti che si trasforma l'errore in qualcosa di creativo. Nel nostro allenamento personale alla fine dobbiamo imparare a camminare con fiducia in mezzo ai pericoli e alle difficoltà della vita. Il risultato del nostro lavoro può avvenire con l'immaginazione creativa. Questa crea una sensazione di gioia e di entusiasmo per ciò che intuiamo essere la possibilità di una vita nuova è più piena. Sono queste emozioni positive che a loro volta sapranno risvegliare le nostre energie dormienti che ci spingeranno ad andare avanti nonostante l'ignoranza è la paura.